Osteria Basilicò – Vitorchiano (VT)

L’Osteria Basilicò a Vitorchiano (Località Pallone a due passi da Viterbo) è quanto più di meglio potete trovare di qualità, soprattutto sulle carni, nella zona del viterbese. Mi sbilancio con tutte le ragioni del mondo.

Nel parco di Villa San Michele, sontuosa abitazione tra Vitorchiano e Bagnaia, c’è la possibilità di fare un percorso enogastronomico molto interessante. Al piano di sopra si trova il Ristorante stella Michelin Casa Iozzia intitolato allo Chef Lorenzo Iozzia che (mi correggerà se sbaglio) ha iniziato a praticare e a scavare nella cucina di ispirazione Viterbese con l’Osteria Basilicò, come primo progetto. Quest’ultima si trova nelle “cantine” della villa e quindi al piano di sotto.
Come soluzione strategica direi niente male, anche perché lo Chef in questo modo, riesce a supervisionare tutti e due i ristoranti. I due locali hanno funzioni totalmente diversi tra loro (sia per cibo, che per prezzo naturalmente) ma la qualità delle materie prime è la stessa, e ne hanno fatto il loro cavallo di battaglia.

Continuo a sottolineare l’importanza dell’operazione di Iozzia. Ha mantenuto il posizionamento della sua osteria sottostante a un, ormai da due anni, ristorante stellato michelin.
Di sotto principalmente carne e di qualità veramente alta, cucinata in maniera più tradizionale; di sopra, si lavora con grande maestria e eleganza il pesce, tanto caro per natura al nostro chef, perché Siciliano di origine.
In questo modo ha saputo fondere la sua doppia vita: la sua naturale inclinazione al pesce di alto livello e il fascino della Tuscia viterbese, che evidentemente ha saputo conquistarlo, ma senza far perdere l’identità a queste due terre che si incontrano in questo posto tutte le sere.

Non so se la mia analisi è giusta, o se lo chef abbia avuto in mente un altra visione dei suoi ristoranti. Io ho sempre raccontato così questi due posti meravigliosi dove ogni sera è una garanzia. E dove, personalmente, ho sempre festeggiato eventi importanti perché oltre alla qualità dei prodotti, il team di servizio dell’Osteria Basilicò è speciale: ti fa sentire a tuo agio, è gentile, non l’ho mai visto spazientirsi una volta e è competente, perché conosce benissimo il menù e la cantina che vengono a proporti.

Nell’attesa di un post su Casa Iozzia, in questa pagina parliamo di Osteria Basilicò, che già è tanta roba, credetemi.

Il locale presenta sia uno spazio esterno nel retro della villa, che una grande sala interna molto calda e avvolgente. Di particolare bellezza sono le ceramiche con cui servono i loro piatti (Fateci caso quando il piatto non proviene da Ikea, perché anche quelli sono un costo per il proprietario).
Come ho già sottolineato, lo chef ha saputo fare una cucina non fusion, ma che invece si ispira sia alla Tuscia che alla Sicilia, rispettando tutte le tradizioni del luogo. Mai visto un siciliano che fa il coniglio a porchetta (che è un tipico piatto viterbese); bene qui lo trovate, e che coniglio. Vi posto due foto delle carni, che parlano da sole.

Molto convincenti sono però anche gli antipasti, facendo un passo indietro. In questa osteria si presentano antipasti di verdure stagionali e di altre prelibatezze alla continua ricerca di equilibri, come il delicatissimo supplì al pistacchio; e contrasti, come il jalapeño  con il formaggio.
Interessanti anche le Pizzole, che sono delle mega focacce farcite con prodotti di estrema qualità.

Ragazzi arrivati ai dolci vi cadrà la mascella dalla bellezza e dalla bontà. Parliamo di pasticceria di livello, ovvio che in questo campo si propende per il lato siciliano dello chef. La Setteveli rasenta la magnificenza a mio modesto parere.

Credo che vi abbia raccontato a sufficienza le gesta di questo posto veramente incantevole e di professionalità estrema. Se siete nei paraggi non potete non fare tappa.

Per Saperne di più sulla città di Vitorchiano e per viaggiare in italia con Zzzing e Mescalina Backpacker, andate alla pagina dedicata di mescalinabackpacker.com cliccando nel banner sottostante !!!